Visualizzazione post con etichetta rispetto. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta rispetto. Mostra tutti i post

venerdì 27 luglio 2018

In memory of Ms Paula Kessler

Paula Kessler, her smile (image by Jack’s Appeal).  
There are people, call them giants, who are magically capable to inspire us and lift our spirit only with their light presence and genuine smile. Ms Paula Kessler was that sort of colorful butterfly representing all the best of this life. 

I have decided to write few lines about Paula simply because perhaps one day her 'boys' will search for her and once again they will find a sign of her presence and Love. The same Love that she used to deliver where she worked in the University of Cambridge. How proud they have to be of their amazing mum for all their life. And she was proud of them too.

A lady not only into good English manners but even a hard worker passionate about life; when I asked her if her vacuum cleaner 'Dyson v6' was really making the difference when it comes to cleaning, I (Made in Italy!) simply ended the conversation purchasing two, one for me and one that was sent to my mum in Italy. She knew she was right and she enchanted me. 
Yesterday, when I was hit by the sudden and tragic news, I searched about her and found out something we hadn't shared during our quick chats in the early mornings: we had attended the same parkruns in Cambridge. With 150 parkruns she was a magnificent runner with the difference that, while I tend to run more to burn calories and boost my Ego, Paula even supported Charities following the English way. 

I found a quote that in my opinion truly represents Paula's life and her moral values. "Let us always meet each other with smile, for the smile is the beginning of love" (Mother Teresa). Thank you Paula.

martedì 20 novembre 2012

La ricchezza di certe persone supera la loro capacità di contare: il caso Lapo Elkann.

Il rampollo della famiglia Agnelli, Lapo Elkann
Della Valle ha recentemente affermato: «la Famiglia Agnelli torni a fare quello che ha sempre che ha sempre saputo fare meglio: sciate, veleggiate e partite a Golf. E lasci i problemi dell'Italia alle persone serie» Come dargli torto. Prendete Lapo Elkann. Persona davvero poco seria che sembra più un partecipante uscito dal Grande Fratello che un imprenditore. Il responsabile della promozione del marchio Fiat verrà ricordato più per il suo ridicolo SUV parcheggiato arrogantemente in divieto di sosta, per i suoi party a base di cocaina e prostitute, per il suo tentativo ridicolo di essere qualcuno apparendo piuttosto che producendo per merito qualcosa. Ora due sono le conseguenze a lungo termine dopo il passaggio di "personaggi" come questo. Prima di tutto l'operaio quando sente di lavorare per un imprenditore come questo è il primo che non ci crede e se la mano operaia quando batte il ferro caldo non è ben salda e decisa sono guai. In secondo luogo questo è il classico imprenditore che a lungo termine manda a "puttane" la propria azienda. L'unica soluzione davanti a tanto squallore è tassare al 70% o 80%, come si sta valutando in Francia, qualsiasi patrimonio oltre un milione di euro. In tal modo si favorirebbe la ridistribuzione e la circolazione della ricchezza piuttosto che il suo accumulo stile Mr. Scrooge.

La ricchezza di certe persone supera la loro capacità di contare.

martedì 8 maggio 2012

Sei Gay? Comportamento intrinsecamente cattivo dal punto di vista morale secondo Papa Ratzinger.

Il documento De pastorali personarum homosexualium cura (Cura pastorale delle persone omosessuali), emanato dalla stessa Congregazione per la dottrina della fede nel 1986 a firma dell'allora cardinale Joseph Ratzinger, attuale Papa, recita: « Occorre invece precisare che la particolare inclinazione della persona omosessuale, benché non sia in sé peccato, costituisce tuttavia una tendenza, più o meno forte, verso un comportamento intrinsecamente cattivo dal punto di vista morale. Per questo motivo l'inclinazione stessa dev'essere considerata come oggettivamente disordinata ». Lo stesso Papa ha successivamente definito pubblicamente l'amore omosessuale come « forma debole e deviata di amore ». Il video, qui di seguito, é un altro documento, un'altra storia.


Shane e Tom sono stati fidanzati per sei anni. Hanno convissuto, comprato una casa, costituito un'azienda e, infine, avevano anche progetto di sposarsi, quando ciò sarebbe stato possibile nello Stato della California. Non ce l'hanno fatta, perché Tom Bridegroom, giovane attore e presentatore, è morto all'età di 29 anni, il 7 maggio del 2011, cadendo da un tetto mentre scattava delle fotografie. La sua storia è raccontata in un commovente video, “It could happen to you” (“Potrebbe capitare a te”) realizzato dal compagno, per celebrare il primo anniversario della sua scomparsa e per denunciare tutte le difficoltà incontrate dopo quel drammatico 7 maggio. A partire dall'ostilità dei genitori di Tom, che non avevano mai accettato il suo orientamento sessuale. Avevano persino cercato di mandarlo da un medico e il padre lo aveva minacciato con un fucile. Dopo il tragico incidente, la madre ha preteso che il corpo fosse sepolto nell'Indiana. Lo Stato dal quale Tom era fuggito, per andare a vivere con Shane in California. La madre ha anche chiesto (e ottenuto) che le fossero restituiti i suoi oggetti personali. “Per il governo, io e Tom eravamo coinquilini”, denuncia oggi Shane, che non ha neanche potuto prendere parte al suo funerale. Uno dei familiari di Tom gli aveva fatto capire che se fosse venuto, sarebbe stato aggredito dal padre. Lo ha potuto rivedere solo tempo dopo la morte, andando a visitare, in segreto, la sua tomba. Oggi Shane ha aperto una pagina Facebook in onore di Tom (i suoi genitori hanno fatto cancellare quella del figlio), invitando tutti a battersi per garantire alle persone omosessuali pari diritti. “Se io e Tom avessimo avuto il diritto di sposarci, molte cose sarebbero state diverse”, dice Shane. “Ho bisogno di combattere per ciò che ritengo giusto e forse tutto questo è accaduto per aprirmi gli occhi. Non aspettate che sia troppo tardi. Combattete per i vostri diritti”.

lunedì 27 febbraio 2012

#forzaluca: «Frutto diretto della sconsiderata azione delle forze dell'ordine»

Espropri in Val di Susa. Questa foto ricorda il ruolo della natura nel Signore degli Anelli, in cui Saruman ed i suoi troll credevano di poter far scempio deliberato della natura, prima che i millenari e saggi uomini-albero si ribellassero contro la supremazia dirompente del mondo moderno.
«Frutto diretto della sconsiderata azione delle forze dell'ordine». Non usa mezzi termini Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione comunista, commentando il gravissimo ferimento di Luca Abbà. «L'esecuzione dell'esproprio di un terreno - afferma Ferrero - diventa un'azione militare in cui le regole d'ingaggio dei militari e della polizia sono molto più aggressive di quelle utilizzate in Afghanistan dai militari italiani». (Fonte: http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_27/tav-polemiche_abbce3c0-613b-11e1-8325-a685c67602ce.shtml )

Espropri in Val di Susa.

mercoledì 30 novembre 2011

La strage silenziosa continua. Dov'è lo Stato?

Fa rabbrividire la continua strage che si perpetra sulle strade italiane. Uno stillicidio che non risparmia nessuno. Oggi ho avuto la malaugurata idea di visitare il sito del Gazzettino e come ogni giorno, decine di notizie luttuose che si ripetono, che hanno come unico comune denominatore la totale mancanza di rispetto per la vita umana che contraddistingue la guida di alcuni italiani e le strade da loro percorse. Prendo solo ad esempio l'edizione del NordEst di oggi 30/11/2011 a) Avvocato ucciso dall'auto guidata da un ubriaco mentre aspetta il bus (Mestre) b) Investita da un'auto mentre attraversa sulle strisce pedonali: morta anziana (Verona) 3) Camion travolge un'auto sulla Pontebbana: muore uomo di 60 anni, ferita una 33enne (Pordenone) Ora, ci si aspetterebbe che lo Stato intervenisse con la mano pesante e fermasse questa strage senza fine che vede inermi pedoni e ciclisti falciati da arroganti SUV senza controllo. Niente è impossibile introducendo il reato di omicidio stradale, limitatori di velocità, autovelox fissi ben visibili e segnalati, etc etc. Ma dov'è questo Stato? Io non lo vedo e non lo sento.

Sharing