giovedì 1 novembre 2007

Delo: lì dove nuotavano i cigni di Apollo


Particolare dei resti archeologici di Delo (Isole Cicladi) 14/08/2007 ore 11.21

Voglio parlare un attimo di Delo, che ho visitato quest'estate ma che è difficile dimenticare.
Delo, (Delos) è un'isola della Grecia, nel Mar Egeo. Fa parte dell'arcipelago delle Cicladi ed è situata vicino all'isola di Mykonos, dalla quale è raggiungibile tramite battelli.

  1. L'isola è oggi praticamente disabitata ed è un un immenso sito archeologico che richiama turisti ed appassionati di archeologia da ogni parte del mondo. È inserita nell'elenco dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO


  2. I reperti archeologici hanno dimostrato che l'isola era già abitata fin dal 3000 a.C.


  3. I coloni dell'isola (circa nel 1000 a.C.) probabilmente vi portarono il culto di Apollo, dio della luce e della musica.

I motivi per i quali valga la pena visitare l'isola, spero di sintetizzarli in queste foto scattate il 14/08/2007.


Teatro che aveva una capienza di 5.500 posti, costruzione del II sec. a.C


Una strada porta alla famosa Via dei Leoni, ex-voto dei Nessi del VII sec. a.C., consistente in 9 leoni di marmo dei quali se ne conservano solo cinque.

Lago sacro dove, nell'antichità, nuotavano i cigni di Apollo, coperto con terra nel 1926 dopo un'epidemia di malaria. Qui scavando per caso, ho trovato una splendida pietra. E' un luogo mozzafiato. E' uno dei pochi luoghi d'ombra, dove è possibile percepire la presenza d'acqua.

Il Monte Cinzio ( in Greco Kynthos)si trova sull'isola di Delo nell'arcipelago delle Cicladi. Notevole ed emozionante, il sentiero lastricato che conduce alla sommità (che si può scorgere ingrandendo la fotografia), in cui si può ammirare il paesaggio delle cicladi tra i resti di un santuario.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

mi domandavo... ma è una villa quella nella prima foto? spero tu possa rispondermi... grazie! belle foto! Nicole

Sciretti Alberto ha detto...

Ciao Nicole, attingo da un libro che ho comprato sul posto: "Risalento la strada verso il teatro, sul lato sinistro si incontra la casa del tridente insuperabile esempio di ricca abitazione del periodo della maggiore prosperità dell'isola. E' una delle più grandi strutture abitative del quartiere del teatro.
Un'elegante composizione di un delfino che si avvolge intorno ad un'ancora orna la metà della parte meridionale del peristilio; dalla parte opposta, sul lato settentrionale, c'è una fascia ornata da tridenti, da cui la casa ha preso il nome.
Sono tutti simboli particolarmente amati a Delo che secondo alcuni sottenderebbero lo stretto legame dell'isola con il mare." Spero di esserti stato utile. Un abbraccio Alberto

Anonimo ha detto...

grazieeeeeee! sei stato gentilissimo, continua così! ciao, Nicole

Sharing